top of page
  • Immagine del redattoreRH

U15M > TERMINATA LA SECONDA FASE

La squadra Under 15 chiude in bellezza la seconda fase con un secondo posto!

Si chiude la stagione con una bella vittoria contro l'Olimpia Camposampiero che permette al gruppo di arrivare al meritato secondo posto nel girone Silver. Un bel cammino per i nostri ragazzi, partiti dall'ultimo posto nella prima giornata e capaci, con grinta e determinazione, di rimontare fino alla conquista della seconda posizione.

Di seguito il cammino dei nostri ragazzi:

Andata:

1. POL CARMIGNANO vs RHODIGIUM > 48-106

2. RHODIGIUM vs ARTEDIS Albignasego > 69-47

3. OLIMPIA CAMPOSAMPIERO vs RHODIGIUM > 66-43

Ritorno:

4. RHODIGIUM vs POL CARMIGNANO 88-29

5. ARTEDIS Albignasego vs RHODIGIUM > 47-58

6. RHODIGIUM vs OLIMPIA CAMPOSAMPIERO > 62-53



Nell'ultima giornata di campionato, hanno affrontato la capolista Olimpia Camposampiero con grinta e determinazione, dimostrando un bel gioco durante tutta la partita. Il primo periodo è stato da dimenticare, con Rhodigium in balia degli avversari e un punteggio di 8-18. Coach Marco Carbonin ha commentato così la chiusura del primo periodo: "8 punti... manco de do punti a minuto!".

Nella ripresa, la squadra è letteralmente esplosa, reagendo con un parziale di 20 a 12 nel secondo periodo e portandosi a -2 dagli avversari sul punteggio di 28 a 30.

Rhodigium ha poi preso il comando della gara e non lo ha più mollato, controllando il gioco fino alla fine. Il terzo periodo si è concluso con un parziale di 19 a 13 sul punteggio di 47-43, mentre l'ultimo quarto è stato quello decisivo, con i nostri ragazzi che hanno allungato il divario fino al definitivo 62-53.

Nonostante molti errori, come i 25 tiri da due punti sbagliati, 3 tiri da tre punti non solo sbagliati ma anche inutili e la mancata applicazione delle posizioni stabilite da coach Carbonin, la prestazione dei nostri ragazzi è stata davvero eccellente.

Hanno dimostrato un grande carattere e una notevole crescita tecnica nel corso della stagione, raggiungendo un traguardo importante che premia il loro impegno e la loro passione per il basket.

Note statistiche:

Squadra Pu. Q1 Q2 Q3 Q4 T3 T2

Rhodigium 62 8 20 19 15 2/5 24/49

Olimpia 53 18 12 13 10


Un cammino di riscatto e crescita

La stagione sportiva era iniziata all’insegna della delusione. Aver fallito l’obiettivo di partecipare alla fase gold per aver conseguito risultati deludenti (anche con 3 gare perse per 1 solo punto di scarto) nella fase a gironi non dava soddisfazione ai ragazzi e soprattutto non era la foto reale del gruppo.

I nostri ragazzi non si sono certo arresi. La loro determinazione e il loro talento hanno permesso di lavorare sui fondamentali e di crescere con obiettivi puntuali.

Le difficoltà e gli errori del passato non sono spariti, ma sono serviti da lezione. La squadra ha imparato a giocare di più insieme, con grinta e determinazione, seguendo (provandoci) le direttive del coach e a non mollare.

In cosa devono migliorare:

Maggiore concentrazione e disciplina fin dall'inizio della partita > concentrazione sull'obiettivo

Maggiore attenzione alle direttive del coach > . In alcune occasioni, i ragazzi hanno trascurato le disposizioni tattiche di coach Carbonin, commettendo errori che potevano essere evitati.

Migliore gestione dei tiri da due e da tre punti > troppo spesso tiri forzati, tiri da tre sono stati forzati o presi in situazioni di scarsa lucidità.

Oltre a questi aspetti, è importante sottolineare un altro punto di miglioramento per i nostri Under 15:


Un'altra risorsa fondamentale per il basket sono gli arbitri FIP.

Il coach Carbonin ha tenuto a precisare spesso verso i ragazzi che "non voglio nessuna lamentela con gli arbitri. Se occorre dire qualcosa, il qualcuno delegato a questo sono io. Voi state zitti".

È importante ricordare che gli arbitri FIP sono una componente essenziale del gioco e che meritano rispetto da parte di tutti i protagonisti, dai giocatori agli allenatori al pubblico. Diventare arbitro non è semplice. Occorre studiare il regolamento tecnico della pallacanestro, che è un libro composto da 333 pagine, di cui 50 dedicate alle regole del gioco, 50 alle violazioni e 50 ai falli.

Gli arbitri devono prendere decisioni in tempo reale durante la fase dinamica del gioco, e a volte possono sbagliare. Tuttavia, è importante ricordare che hanno una conoscenza approfondita del regolamento e del gioco e che le loro decisioni vanno sempre rispettate.

Purtroppo, spesso si sente il pubblico criticare le scelte arbitrali in modo veemente e irrispettoso. Questo atteggiamento non solo è dannoso per il clima sportivo, ma può anche influenzare negativamente le prestazioni degli atleti e degli arbitri stessi.

Nella gara in questione, era presente un solo arbitro a causa di un imprevisto. Si tratta di una situazione che purtroppo si verifica con troppa frequenza, a causa della carenza di arbitri FIP.

Un invito a tutti coloro che hanno a cuore il basket:

Se avete voglia di commentare il gioco e di contribuire al suo corretto svolgimento, toglietevi i jeans e indossate una tuta! Diventare arbitro FIP è un'esperienza gratificante che permette di vivere il basket da una prospettiva diversa e di dare il proprio contributo per un gioco più bello e corretto.

Più saranno gli arbitri FIP, meno ci troveremo in situazioni come quella di questa gara, con un solo arbitro a dirigere la partita.

Forza Rhodigium Basket e forza agli arbitri FIP!

71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page