Rhodigium Basket

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Obbligo Idoneità sportiva Pallacanestro

E-mail Stampa PDF

TUTELA SANITARIA DELLE ATTIVITA' SPORTIVE - Obbligo Idoneità alla pratica sportiva della Pallacanestro

Art. 9: TUTELA DELLA SALUTE - OBBLIGHI

La tutela della salute dei tesserati della Federazione Italiana Pallacanestro nel proseguio: F.I.P. è garantita dalla idoneità alla pratica sportiva appositamente certificata in ottemperanza alle leggi emanate dallo Stato Italiano e dalle norme dell'ordinamento sportivo. Ai fini della tutela della salute i tesserati F.I.P. sono obbligati a chiedere ed ottenere il certificato di idoneità alla pratica sportiva della pallacanestro.

A tale obbligo sono sottoposti sia i tesserati che svolgono attività sportiva non agonistica, sia i tesserati che svolgono attività sportiva agonistica.

Pertanto ciascun tesserato , ogni anno, prima del tesseramento o rinnovo della tessera, deve sottoporsi alle visite mediche, accertamenti ed analisi previste dalle leggi in materia, ed ottenere dalle competenti Autorità Sanitarie il certificato di idoneità alla pratica sportiva.

Qualora detto certificato abbia validità limitata ad una scadenza antecedente la conclusione dell'attività sportiva, il tesserato, per proseguire detta attività, dovrà ottenere, prima della scadenza prevista un nuovo certificato di idoneità. In difetto sarà preclusa al tesserato ogni attività di gara e di allenamento.

E' facoltà della F.I.P. richiedere alle Società affiliate  la documentazione relativa alla idoneità dei rispettivi tesserati.

Con il tesseramento, il tesserato autorizza, automaticamente e senza alcuna condizione, la propria società ad esibire ed a trasmettere alla F.I.P. la documentazione sanitaria relativa alla propria idoneità, qualora la F.I.P. la richieda.

Art. 10: PRATICA SPORTIVA NON AGONISTICA

E’ considerata attività sportiva non agonistica l’attività organizzata dalla F.I.P. e denominata:
A) Minibasket maschile e femminile
Pertanto coloro che svolgano le attività di Minibasket, o che intendano tesserarsi alla F.I.P. e non abbiano compiuto l’11° anno di età solare, ogni anno, prima del tesseramento o del rinnovo della tessera, devono sottoporsi agli accertamenti indicati nell’art. 11 del presente regolamento e risultare idonei.
I predetti tesserati, al raggiungimento dell’ 11° anno di età solare, saranno ritenuti automaticamente svolgenti attività sportiva agonistica, nel rispetto della normativa in tema di età di inizio dell’attività agonistica, e saranno tenuti ad ottemperare immediatamente a quanto previsto dal successivo articolo 13 del presente regolamento.

I tecnici, il personale sanitario e gli altri collaboratori, convocati dai Settori Squadre Nazionali Maschile e Femminile, devono essere in possesso del certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica, rilasciato con le modalità previste dal successivo art. 11, che rimarrà agli atti della Commissione Organizzativa Sanitaria.

Art. 11: IDONEITA' ALLA PRATICA SPORTIVA NON AGONISTICA

Per essere tesserati tutti coloro che svolgono od intendano svolgere l'attività sportiva non agonistica della Pallacanestro, devono risultare idonei dopo essersi sottoposti a visita medica intesa a accertare il loro "stato di buona salute". La certificazione dello "stato di buona salute", riscontrata all'atto della visita medica, deve essere redatta in conformità al Modello previsto dal Decreto Ministeriale 28/02/1983 e deve essere conservata in originale agli atti della società

Ogni miniatleta, quindi, ogni anno, e comunque prima della scadenza del certificato precedente, deve sottoporsi alle visite ed analisi stabilite dalla Legge (Decreto Ministeriale 28.02.1983) volte ad ottenere il Certificato di Idoneità alla pratica sportiva non agonistica che deve essere redatto in conformità alle indicazioni del Decreto stesso e conservato in originale dalla Società di appartenenza; il rilascio è a cura dei Medici della FMSI, dei Medici Sportivi dei Centri convenzionati e degli Specialisti Pediatri di libera scelta

Art. 12: ATTIVITA' SPORTIVA AGONISTICA O COMPETITIVA

E' considerata attività sportiva agonistica o competitiva l'attività organizzata dalla F.I.P. come riportata nelle D.O.A. (Disposizioni Organizzative Annuali) e denominata come segue:

MASCHILE: CAMPIONATI PROFESSIONISTICI, CAMPIONATI NAZIONALI DILETTANTI, CAMPIONATI REGIONALI SENIORES, UNDER 21 e CAMPIONATI GIOVANILI, TROFEO ESORDIENTI, TORNEO 3 VS 3.

FEMMINILE: CAMPIONATI NAZIONALI DILETTANTI, CAMPIONATI REGIONALI SENIORES, CAMPIONATI GIOVANILI, TROFEO ESORDIENTI, TORNEO 3 VS 3.

Pertanto coloro che svolgano le attività sopra elencate, o che intendano tesserarsi alla F.I.P. ed abbiamo compiuto l'11° anno di età, (salvo quanto disposto dal successivo art. 14 per coloro che abbiano compiuto il 35° anno di età), ogni anno, prima del tesseramento o del rinnovo della tessera, devono sottoporsi agli accertamenti indicati all'art. 13 e risultare idonei.

Art. 13: IDONEITA' ALLA PRATICA SPORTIVA AGONISTICA

Per essere tesserati, coloro che svolgono o intendo svolgere attività agonistica della Pallacanestro devono risultare idonei dopo essersi sottoposti a:

1) visita clinica generale;

2) esame completo delle urine;

3) elettrocardiogramma a riposo e dopo sforzo con grado di tolleranza allo sforzo mediante I.R.I.;

4) spirografia con rilievo dei seguenti parametri: capacità vitale, volume espiratorio massimo al secondo indice, indice di Tiffenau, massima ventilazione volontaria.

La visita clinica generale deve comprendere:

1) l'anamnesi;

2) le determinazioni del peso corporeo e della statura;

3) l'esame obiettivo con particolare riguardo all'apparato locomotore;

4) l'esame generico dell'acuità visiva;

5) il rilievo della percezione della voce sussurata a mt. 4 di distanza;

6) l'esame generico neurologico.

Il giocatore o l'arbitro cui venga diagnosticato un trauma cranico deve sospendere l'attività ed essere sottoposto a risonanza magnetica nucleare e visita di controllo prima di riprendere detta attività.

Qualora sorgano dubbi sull'effettiva idoneità alla pratica agonistica del soggetto sottoposto agli accertamenti indicati, il medico visitatore ha la facoltà di richiedere ulteriori esami specialistici e/o strumentali.

Art. 15: CERTIFICAZIONE DI IDONEITA' ALLA PRATICA SPORTIVA

I certificati di idoneità alla pratica sportiva agonistica sono rilasciati dai medici degli Istituti, dei Centri convenzionati con la Federazione Medico Sportiva Italiana oppure dai medici operanti nelle strutture pubbliche (ASL), nelle strutture private convenzionate, oppure da medici accreditati dalle Regioni o dalle Province Autonome.

La certificazione di idoneità alla pratica sportiva agonistica deve essere redatta in conformità al modello previsto dal D.M. 18/02/1982  e deve essere conservata in originale agli atti della Società.

La certificazione di idoneità alla pratica non agonistica (D.M. 28/02/1983) è rilasciata da Medici della Federazione Medico Sportiva Italiana, dai Medici accreditati dalle Regioni o dalle Province Autonome, dai Medici di Medicina Generale e dai Medici Specialisti Pediatri di libera scelta.

Art. 16: OBBLIGHI DELLE SOCIETA'

Le società affiliate alla F.I.P. sono tenute, sotto la responsabilità civile, penale e sportiva del proprio Legale Rappresentante, al rispetto delle seguenti disposizioni:

1) ottemperare alle norme del presente Regolamento ed alle Leggi dello Stato che ad esso presiedono, con riferimento agli accertamenti sanitari iniziali ed ai controlli periodici di idoneità;

2) conservare ai propri atti in originale il certificato di idoneità alla pratica sportiva e la inerente documentazione relativa a tutti i propri tesserati;

3) esibire ed inviare tempestivamente la certificazione e la predetta documentazione, in originale o in copia autentica, alla F.I.P su richiesta della stessa.

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Novembre 2012 11:32  

Calendario attività

Gennaio 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Login